Delibera del  C.D. di LAC Piemonte:

Promozione del GMG – GRUPPO di  MONITORAGGIO GIURIDICO

1. E’ promosso dal Consiglio Direttivo di LAC Piemonte o.d.v. il gruppo di lavoro GRUPPO  MONITORAGGIO GIURIDICO (GMG).

2. Finalità del GMG è acquisire informazioni a livello regionale circa gli atti amministrativi di Regione Piemonte, Città Metropolitana, Province, Enti Parco, Comprensori Alpini (CA), Ambiti Territoriali Caccia (ATC), Aziende AgriTuristico Venatorie (AATV), Aziende Faunistiche Venatorie (AFV), Comuni, le notizie degli Organi di informazione  riguardanti l’attività venatoria, il controllo e la tutela della fauna selvatica piemontese.

3. Obiettivo del GMG è ottenere un quadro il più possibile completo delle attività che si svolgono sul territorio piemontese che vedono coinvolta la fauna selvatica (mammiferi e uccelli di cui alla L. 157/1992) al fine di meglio poter intervenire in sua difesa.

4. Possono chiedere di partecipare al GMG i Soci e simpatizzanti della LAC, volontari di altre associazioni ambientaliste e animaliste interessati ai temi trattati, giuristi, esperti e tecnici di settore.

5. Il Consiglio Direttivo di LAC Piemonte incarica un socio dell’associazione che si renda disponibile  quale Coordinatore del GMG. Il Coordinatore del GMG  si rende responsabile dell’accoglimento o dell’esclusione dei partecipanti, della conservazione  delle informazioni raccolte, del coordinamento delle attività  e  rendiconta regolarmente al Consiglio Direttivo di LAC Piemonte circa i progressi conseguiti.

6. Il GMG si riunisce regolarmente su convocazione del Coordinatore in video conferenza sulla piattaforma   Jitsi Meet.

7. Ogni partecipante si deve rendere disponibile garantendo il regolare e costante monitoraggio dell’attività istituzionale di uno o più soggetti di cui al punto 2 di suo interesse.  Tale monitoraggio avverrà   attraverso la regolare e sistematica lettura degli Albi Pretori, dei siti web e attraverso la raccolta di ogni informazione che sia  possibile acquisire circa gli eventi che vedono coinvolta la fauna selvatica. Queste informazioni sono condivise all’interno del GMG.

8. L’incostanza nella partecipazione alle riunioni telematiche o l’inerzia nelle attività di monitoraggio possono essere motivo di esclusione dal GMG.

9. Le informazioni di interesse e di significativo rilievo sono messe a disposizione di LAC Piemonte, del Tavolo Animali & Ambiente e delle Associazioni che partecipano al progetto  per le iniziative che esse riterranno  opportune.