Nel secolo scorso i lupi italiani sono arrivati sull’orlo dell’estinzione, ma fortunatamente negli anni ‘70 è stato loro riconosciuto lo status di “specie particolarmente protetta”.

Questo ha consentito un parziale e naturale ripopolamento, ma la specie non è ancora fuori pericolo.

La presenza del lupo è sinonimo di un ecosistema sano, ma si sono verificati conflitti con l’allevamento zootecnico allo stato brado, e recentemente sono purtroppo emerse posizioni in favore dell’abbattimento del lupo. Ricordiamo che sono stati investiti fondi pubblici europei per il progetto Life WolfAlps che ha come obiettivo la convivenza tra lupo e attività economiche dell’uomo in montagna. La Regione dovrebbe promuovere attività di prevenzione alla predazione, garantire in tempi brevi rimborsi per gli animali predati e assistenza veterinaria. Una società civile deve trovare una adeguata convivenza a tutela del lupo e dei pastori.

CHIEDIAMO QUINDI

Al Ministro della Transizione Ecologica e alla Presidenza della Regione Piemonte:

  • Pieno sostegno al progetto Life WolfAlps in particolare in merito alle strategie per assicurare una convivenza stabile tra il lupo e le attività economiche tradizionali;
  • Sostegno ad un Piano di conservazione e gestione del lupo che non preveda abbattimenti;
  • Organizzazione di incontri con le comunità locali di cittadini in collaborazione con le provincie, città metropolitana e sindaci,

per promuovere una cultura scientifica della convivenza con gli ani- mali selvatici, anche nelle scuole, con la presenza di rappresentanti delle associazioni per la tutela degli animali e dell’ambiente.

Aderite alla Petizione!

Per aderire alla petizione online:

www.change.org/p/basta-gridare-al-lupo-al-lupo

Tavolo Animali & Ambiente
c/o SOS Gaia - Piazza Statuto, 15 - 10122 - Torino 
tel. 011 530 846 - cell. 338 7196 000
www.animaliambiente.it - info@animaliambiente.it